Come organizzare un viaggio “Coast to coast” negli Stati Uniti

admin 6 febbraio 2015 0
Come organizzare un viaggio “Coast to coast” negli Stati Uniti

di: M. Fabrizi

Il viaggio coast-to-coast, un mito, un sogno, o forse una realtà. Si, perché in fondo ricalcare il sogno di Jack Kerouac raccontato nel libro “On the Road” non è poi così complesso come potrebbe sembrare.
Certo non si tratta di una comune gita fuori porta, ma con i giusti accorgimenti, qualche risparmio messo da parte e una buona dose di spirito d’avventura trapassare l’America da parta a parte è davvero possibile.

Sia che si decida di affrontarlo da soli che si scelga di viaggiare in compagnia, il fascino del coast-to-coast ha pochi eguali, specialmente se decidete di prendere alla lettera il romanzo di Kerouac. L’obbiettivo rimane la California, patria del cinema e della musica, partendo dalla metropoli per antonomasia: New York.

In questa piccola rubrica vi forniremo alcuni preziosi consigli su come organizzare al meglio il vostro viaggio coast-to-coast partendo ovviamente dagli aspetti più importanti.

L’assicurazione di viaggio per gli Stati Uniti e sicuramente una priorità, dal momento che un lungo soggiorno oltreoceano è qualcosa di impegnativo e come sappiano la sanità negli States non è pubblica, e gli imprevisti si sa, capitano proprio sul più bello.
Una volta scelta la polizza più conveniente tra quelle disponibili sul mercato – il web è un’ottima risorsa per trovare l’offerta su misura – sarete pronti a scegliere il vostro itinerario. La durata del viaggio non può necessariamente essere inferiore ai 25 giorni, considerata l’estensione territoriale e l’esigenza di assaporare al meglio ogni località nella quale vorrete sostare. Create voi stessi una mappa ideale, raccogliendo informazioni in rete sui siti di interesse principali e lasciate un po’ di spazio all’improvvisazione: una volta cominciato il viaggio i cambi di programma saranno all’ordine del giorno!

Ricordate sempre di portare con voi tutti i documenti necessari, dal passaporto alla patente di guida, passando inevitabilmente per il visto temporaneo valido per gli Stati Uniti. Per quanto riguarda i voli la rete rimane la migliore risorsa: organizzando il viaggio per tempo sarà possibile usufruire di qualche offerta imperdibile in modo da risparmiare qualcosina.

Il ritorno è spesso il punto dolente, perché un volo da San Francisco diretto verso l’Italia costa davvero una follia. Perciò armatevi di pazienza e cercate un volo interno che colleghi San Francisco a Boston, e da la progettate il vostro rientro.

Se poi avete intenzione di noleggiare una macchina, portate con voi un navigatore satellitare Gps. Insomma i tempi son cambiati, e sebbene la buona vecchia cartina mantenga ancora il suo fascino, le moderne tecnologie sono in grado di assolvere queste funzioni decisamente meglio!
Infine, se non volete rischiare di dormire nel peggior motel degli Stati Uniti d’America, prenotate qualche pensioncina a basso costo o affidatevi a siti di flat-sharing: senza spendere cifre esorbitanti potrete assicurarvi un posto comodo dove riposare.
E ora non resta che fare le valige e partire alla volta della California!




Related Posts with Thumbnails

Leave A Response »